PM10 ALLE STELLE: SI SPERA NELLA PIOGGIA

tangenziale sud(red) – Come si vede nella tabella pubblicata in fondo a questo articolo, sono veramente molto alti i valori di pm10 nell’aria che vengono registrate dalle centraline nel Comune di Brescia, anche oltre 150 ug/mc.
La causa è ovviamente da attribuire alla scarsità di correnti d’aria ma soprattutto alla mancanza di pioggia caratteristica di questo strano inverno.
Un tavolo fra sindaci sembra essere stato fissato per giorno 4 Febbraio per cui fino ad allora si continuerà a sperare nella pioggia.
Purtroppo non ci vogliono tavoli tecnici per sapere che, come al solito, si punterà il dito sulla circolazione veicolare privata, bloccando le auto Euro 3 e introducendo i soliti limiti di velocità che apriranno la strada alla polemiche (e alle multe…) di routine.
Eppure siamo tutti coscienti che sono provvedimenti che servono a ben poco, in alcuni casi addirittura totalmente ininfluenti. Bisognerebbe che dai tavoli tecnici uscissero soluzioni più durature ma soprattutto più coraggiose e meno protettive.
Ci riferiamo al traffico merci su gomma, alle emissioni industriali e del termoutilizzatore tutte cose, ad esempio, che avrebbero bisogno di essere controllate in maniera più costante e severa perchè non ci crede veramente più nessuno che basta eliminare le autovetture per mandare via il pm10.
Qualcuno avrebbe voluto iniziative immediate contro lo smog, anche senza aspettare il tavolo tecnico del 4 febbraio ed ha definito “attendista” l’atteggiamento del Sindaco Del Bono.
Eppure noi riteniamo di essere invece in accordo con tale atteggiamento in quanto provvedimenti limitati alla sola Città di Brescia avrebbero una ricaduta nulla sulla riduzione delle polveri sottili e servirebbero solo a creare disagi e nessun beneficio.
Quello che deve essere capito è invece che qualsiasi provvedimento, anche minimo, per avere una efficacia riscontrabile deve interessare tutti i comuni perchè continuando in ordine sparso non si riuscirà mai (come avviene adesso) ad ottenere risultati apprezzabili per la salute dell’aria ma solo sulle (esigue.. ) casse di qualche ente locale a causa degli imprevedibili, quanto improvvisati, cambi dei limiti di velocità stradali.

Pubblichiamo la tabella delle rilevazioni sul pm10 del mese di gennaio (fonte: Comune di Brescia-Arpa)

pm10 gennaio 2016